Ultima modifica: 4 Agosto 2017

TENSEGRITY

TENSEGRITY

I tensegrity vennero inventati da Buckminster Fuller un inventore architetto e designer statunitense degli anni ’60.Egli prese ispirazione per il suo lavoro dalla natura. Osservò la struttura e la composizione degli atomi, degli elementi naturali e del corpo umano. Inizialmente Buckminster Fuller progettò i tensegrity come possibili strutture edilizie, che non vennero però attuate per la loro stravaganza.
Ogni singolo tensegrity è composto da una parte rigida, il legno o il metallo, e una parte modificabile, l’elastico. Grazie alla tensione dell’elastico è possibile unire vari tensegrity per formare strutture anche molto complesse. Sempre grazie all’elastico è possibile modificare facilmente queste strutture ed allo stesso tempo renderle indifferenti a pressioni e quindi resistenti a qualunque sollecitazione meccanica.
I tensegrity sfruttano un principio di movimento e di trasformazione seguendo tre principali sistemi costruttivi: quello di sospensione, quello ad incastro e quello per torsione. Tutti e tre sfruttano le caratteristiche del materiale e la loro interazione con gli altri componenti, al fine di sfruttare tutte le dimensioni e di creare delle strutture nuove.

Liceo Artistico Statale Giacomo e Pio Manzù a.s. 2015-2016
Dovigo Flora 3 F
Paladini Ilaria 1 E
Pedrali Nicholas 1 E
Referente del Progetto prof. Giovanni Ardrizzo




Link vai su