Ultima modifica: 14 Aprile 2019

PRATICHE DI CONFINE

PRATICHE DI CONFINE

Liceo Artistico Giacomo e Pio Manzù, Bergamo

12 aprile | 9 maggio 2019

 

Questo allestimento è una prima restituzione dei pensieri, delle visioni

e delle azioni nate dalle riflessioni sui confini, tematica scelta

quest’anno dal collettivo Be Quiet. L’idea del confine come linea che

separa nettamente due elementi si è trasformata in quella di un campo

sospeso, in cui la definizione lascia spazio all’incertezza e dove è

possibile far emergere l’arbitrarietà dei punti di vista, ribaltandoli e

ridefinendoli.

In ogni bacheca i materiali e i linguaggi di ogni progetto dialogano tra

di loro in forma di appunti, prove, studi e superfici. Vi traspare la

diversità delle forme e dei significati assunti dal confine nei diversi

lavori: barriera naturale o politica, distanza tra pubblico e privato,

ostacolo personale e intimo, limite del proprio corpo, della personalità

e del vissuto. Barriere distanze ostacoli e limiti ogni volta resi vani,

ravvicinati, indefininibili. Labili.

La mostra finale dei lavori sarà allestita presso lo spazio Giacomo

dell’Accademia Carrara il prossimo maggio.

Con questa anteprima vogliamo portarvi dentro le nostre idee, condividere

questa fase di costruzione, trasformando i dettagli di ogni opera in

un’unica installazione creata dal gruppo.

 

IL COLLETTIVO

BE QUIET: espressione idiomatica inglese con il doppio significato di stare in silenzio, smettere di parlare, stare tranquillo.

Condizione di chi è in ascolto. BE QUIET è un collettivo artistico, a libera adesione di tutti gli studenti del triennio, nato all’interno del Liceo Artistico di Bergamo

con il desiderio di approcciare l’arte in un modo personale, abbandonando i “doveri” scolastici per dare spazio a una partecipazione attiva e volontaria.

Abbiamo scelto di fare esperienza dell’arte, della sua storia e delle sue pratiche, di conoscerne i metodi e di applicarne i processi, attraverso esercizi personali,

tematiche condivise, esercizi di curatela e scrittura.

BE QUIET vuole essere un laboratorio, uno spazio di scambio, un cantierein evoluzione, nel quale essere in relazione con sé stessi e gli altri,in una partecipazione

attiva e volontaria, fuori e dentro la scuola.

 

 




Link vai su