Ultima modifica: 10 Febbraio 2019

Inaugurazione di “Google.it Project”

Giovedì 14 febbraio 2019 alle ore 10 nell’atrio del Liceo verrà inaugurata la mostra “Google.it.”, frutto di un progetto che Simona Andrioletti -artista,  ex-studentessa del LAS, attualmente operativa presso la Kunst Akademie di Monaco di Baviera- ha realizzato in collaborazione con le classi 4D e 4F, con Riccardo Rudi (artista e grafico) e BROS (street artist), in occasione del secondo ciclo di residenza HIGHLIGHTS.
Simona Andrioletti è infatti la vincitrice dell’edizione 2019 di HIGHLIGHTS, una residenza d’artista promossa dall’Associazione Culturale The Blank di Bergamo, che le è stata assegnata grazie al progetto concepito un anno fa in collaborazione con il nostro Liceo.
Agli studenti Simona ha chiesto di pensare ad alcune citazioni che li abbiano particolarmente colpiti -leggendo un libro, vedendo un film, ascoltando una canzone o un discorso-, cambiando qualcosa nel loro modo di pensare. Quel genere di citazioni che a volte capita di  sottolineare, trascrivere su un’agenda o annotare su un tablet. L’intento del progetto è stato quello di diffondere il più possibile questi contenuti tramite flyer distribuiti per le strada, T-shirt realizzate per l’occasione, instagram ecc. Se le citazioni hanno colpito i ragazzi, forse cambieranno qualcosa anche nelle persone alle quali questi messaggi capiteranno tra le mani.
Per saperne di più, vi aspettiamo all’Open Studio di venerdì 15 febbraio 2019 alle ore 18.00 in via Giacomo Quarenghi 50 a Bergamo, sede dell’Associazione THE BLANK,  e vi invitiamo a visitare il profilo Instagram (Google.it) del progetto.
La mostra presso l’atrio del LAS terminerà sabato 2 marzo 2019.

Il lavoro di Simona Andrioletti spinge le dinamiche della collaborazione, sfidando l’idea di autorialità artistica lasciando che altre persone interferiscano con il processo di creazione delle sue opere. La sua pratica segue il percorso aperto dalla cosiddetta “estetica relazionale” ed è mossa da argomenti riguardanti l’essere umano e alla sua connessione con il mondo, considerandola sia una materia spaziale sia storica che collega istanze, corpi e memoria collettiva. Simona è stata selezionata tra i finalisti del Talent Prize per due anni e ha partecipato alle relative mostre al MACRO di Roma nei mesi di ottobre 2016 e dicembre 2017. Ha esposto alla Fabbrica del Vapore di Milano, alla Nir Altman Galerie, Stiftung Federkiel e al Kunstverein München e.V a Monaco di Baviera, al Réfectoire des nonnes e a Palais Bondy a Lione, al Waterworks Falkenstein ad Amburgo. La sua prima mostra personale “And there was evening and there was morning” è stata ospitata nel 2016 alla galleria Twenty14 Contemporary di Milano. È una delle fondatrici della Residenza d’artista Carloforte, una residenza d’artista sull’isola di San Pietro in Sardegna.




Link vai su